NEWS

Basta divisione tra Nord e Sud, dividiamo tra virtuosi e spreconi

13.11.2017

(ANSA) - ROMA, 13 NOV - "Quando affrontiamo il tema della spesa pubblica e degli sprechi rischiamo spesso di cedere a dei luoghi comuni, facendo distinzioni tra le pubbliche amministrazioni del nord e del sud, la vera differenza dovremmo, invece, farla tra virtuosi e spreconi perche' i risultati sarebbero in alcuni casi sorprendenti.

La commissione Bilancio, con il supporto dell'Ufficio parlamentare di Bilancio, lascerà in eredità al prossimo Parlamento un'analisi e un'indagine, condivisa tra tutti i gruppi parlamentari, sulla spesa pubblica pro-capite e in generale sui conti pubblici tra i diversi territori del Paese. Dobbiamo aprire una nuova stagione, fatta di doveri istituzionali, l'articolo 117 della Costituzione ci ricorda il principio di coordinamento di finanza pubblica che spesso viene utilizzato per imporre tagli. Ma quel principio va visto anche dall'angolatura opposta, quella dei doveri. E il dovere ci impone di aiutare tutti i livelli istituzionali in difficoltà; dobbiamo rispondere alle istanze di tutti: dall'urlo dei sindaci che ci chiedono di non consentire più il consumo del suolo a meri fini finanziari, ai temi complessi che ci pongono due grandi citta' come Napoli e Roma.

Qui non c'è distinzione di colore politico, ma solo responsabilita' istituzionali. E' dovere dello Stato garantire risposte finanziarie rispettando il principio di coordinamento di finanza pubblica come è dovere dei comuni essere virtuosi. Basta con le divisioni semplicistiche sulla spesa pubblica nord-sud. Oggi la distinzione è tra virtuosi e spreconi, al nord come al sud". Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, intervenendo all'incontro con i sindaci nell'Aula di Montecitorio

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI