NEWS

Le parole di Vegas sulla perdita di centralità di Borsa impongono al Parlamento una riflessione

08.05.2017

"Dal 2007 al 2016 se l'incidenza dei depositi bancari e postali sulle attività finanziarie totali è passata dal 38,1% al 46% mentre la ricchezza detenuta in azioni e titoli del debito pubblico è passata dal 10,5% al 5,3 per le azioni e dal 13,4 al 10,8 per i titoli di debito significa una cosa sola: così non va e il legislatore non può restare a guardare. La progressiva estensione delle aree di rischio alla luce del bail in ha fatto il resto. Dobbiamo discuterne senza tabù e prima del termine della legislatura". Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, partecipando all'incontro annuale della Consob con il mercato finanziario, oggi a Piazza Affari, a Milano.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI