NEWS

Rappresenteremo tutto il centrosinistra. Il PD è il partito Paese che parla di lavoro

09.01.2018

“È paradossale che il Pd debba preoccuparsi di chi sta alla sua sinistra, sembra essere tornati indietro di dieci anni, alla rottura che ancora ci fa male di Bertinotti. È una situazione spiacevole perché, nonostante gli sforzi fatti da tutto il Partito Democratico, non c'è mai stato un cenno di apertura dalle forze che hanno, poi, composto LeU. Questo è autolesionismo.

La scissione dal PD è stata un grave errore che molti di noi hanno provato, fino all’ultimo, a evitare. Tocca al PD, in queste elezioni politiche, tenere alta la rappresentanza dell’intero centrosinistra e credo che gli elettori ne siano consapevoli, perché come spesso accade, sono più avanti rispetto alle classi dirigenti”. Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, in un’intervista a Radio Radicale.

“Il PD potrà essere la vera sorpresa di queste elezioni politiche. Purtroppo, come nel 2013, sarà uno scontro tra tre poli: PD, M5S e la coalizione di convenienza di centrodestra. Il Partito Democratico potrà essere la sorpresa se propone un riformismo di cui oggi non parla più nessuno. Centrodestra e M5S si sfidano ogni giorno sulle paure. Noi parliamo di Europa, di lavoro, di futuro, dell'impatto del digitale nelle nostre vite, di nuovi modelli redistributivi. Il PD è un partito Paese che parla di lavoro”.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI