NEWS

Economia digitale, regole per l'equità

17.02.2017

Gli 'eclatanti' casi Airbnb e Uber

(ANSA) - UDINE, 17 FEB - ''L'economia oggi è tutta digitale, e quindi la politica deve avere il coraggio di comprendere che la catena del valore della produzione connessa a beni e servizi è completamente stravolta e modificata. La politica non può girare la testa dall'altra parte, deve regolare questi processi, tenendo come obiettivo l’equità''. Lo ha detto Francesco Boccia (Pd), presidente V Comm. Camera dei Deputati, parlando di economia digitale Future Forum organizzato dalla Cciaa.

"Questo accade in tutti i comparti della nostra vita, dalla informazione al turismo, dai trasporti al commercio. Siamo di fronte a una evoluzione dirompente del capitalismo moderno, con una concentrazione di ricchezza che è sotto gli occhi di tutti e c’è la grande contraddizione di avere da un lato il Pil che cresce e il gettito fiscale che diminuisce, perché' il business cresce e va oltre i confini nazionali".

Per Boccia, "a un aumento del business deve corrispondere un'adeguata correlazione del gettito, per coprire i servizi pubblici".

Boccia ha citato casi 'eclatanti', come Airbnb e Uber. ''Airbnb è un'elusione fiscale clamorosa a cielo aperto - ha detto - con meno di 20 dipendenti in Italia e vale nel mondo 30 miliardi di dollari. Non ha immobili, ma solo dati e informazioni. Un concorrente diretto è Marriott, con 4.000 alberghi di proprietà, centinaia di migliaia di lavoratori, che di miliardi ne vale 'solo' 17 e mezzo. La disparità è evidente. È assolutamente necessario regolare questi fenomeni - ha concluso - e far pagare le imposte laddove si fa business''.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI