NEWS

Possibili più convergenze con il M5S che con la Lega

05.03.2018

(ANSA) - ROMA, 5 MAR - "L'analisi che facciamo tutti nel Pd è che gli italiani ci hanno detto con chiarezza che dobbiamo andare all'opposizione. È giusto prendere atto che il Paese con questo voto volta pagina in maniera radicale. È un Paese diviso in due: il sud va nettamente col M5S mentre il nord con la Lega. Non siamo stati il partito di riferimento di un pezzo importante del popolo italiano, nelle fasce più deboli, nelle periferie Usciamo ridimensionati da queste elezioni.

Abbiamo il dovere di ricostruire il centrosinistra, perché' pensare ad un partito che potesse contare solo su se stesso è stato un errore. Oggi dobbiamo assumerci le responsabilità e costruire un percorso unitario che porti poi ad un Congresso, non con troppa fretta, prendiamoci il tempo che serve. Nè il centrodestra nè il M5S hanno i seggi per poter governare, vediamo quale sintesi farà il Presidente della Repubblica e poi il Pd, dall'opposizione, vedrà se ci sono le condizioni per un governo di scopo. Personalmente credo che sui provvedimenti ci possano essere maggiori convergenze con il M5S piuttosto che con la Lega". Lo afferma il deputato Pd Francesco Boccia a Radio Cusano Campus.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI