NEWS

Unità massima dopo il congresso. Ora chiarezza sulle linee politiche

14.12.2018

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Io sono sicuro che si volterà pagina e si chiuderà questa stagione che è stata in una prima fase esaltante, perchè evocava un certo tipo di cambiamento e poi disastrosa. Abbiamo cambiato ma in peggio. In questa fase congressuale è inevitabile che il partito sia diviso, che ci siano più voci.

Dopo ci sarà una voce unica, per questo chiedo unità massima dopo il congresso. Il prossimo segretario sarà il capo del partito, gli altri saranno tenuti a rispettare la linea del partito. Io mi auguro che il prossimo segretario, se dovessi essere io mi impegno a farlo, ascolterò tutti prima di assumere decisioni importanti.

Il Pd degli ultimi 5 anni ha esaltato la rottamazione e dopo che ha rottamato tutti, è finito fuori strada. Per questo è necessario ricostruire le fondamenta di un partito che deve essere in grado di coniugare innovazione e diritti. Mi batto per un partito che sia solido sui diritti, per questo i pilastri della mia proposta sono e saranno lavoro, scuola e ambiente, pero' non puoi non parlare di diritti al tempo del capitalismo digitale". Così Francesco Boccia, candidato alla segreteria del PD, parlando alla Stampa Estera dell'iniziativa #aporteaperte che si terra' domani alle Officine Farneto di Roma.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI