NEWS

Il voto al PD alle elezioni europee è un voto contro il governo Lega-M5S e per un’Europa sociale

09.05.2019

"Chi vuole un'Europa forte, solidale, sociale, che vuole opporsi ai muri e ai fili spinati di Salvini, il 26 maggio voterà PD. Chi vuole esprimere un giudizio negativo sull'operato di Lega-M5S in questo caotico anno di governo alle prossime elezioni europee sbarrerà il simbolo Pd-Siamo europei. Chi crede per il futuro nella forza di un centrosinistra ampio e unito, domenica 26 sosterrà i candidati del Partito Democratico.

Nicola Zingaretti sta facendo un lavoro duro e difficile e tutto il partito sta sostenendo questo sforzo. Dopo le europee si aprirà una nuova stagione politica e il Pd sarà l'unica alternativa alla destra imperante di Salvini. Il M5S ha tradito gli elettori del Sud, pur di governare con la Lega ha rinnegato le questioni sociali su cui avevano basato tutto il loro consenso. I continui attacchi di Di Maio al Partito Democratico si sono trasformati in goffi tentativi di distrarre l'attenzione dalla mediocrità della loro azione politica.

Su scuola, lavoro, ambiente e società digitale il PD li sfiderà a viso aperto ogni giorno e lì si capirà chi sta davvero a destra e chi a sinistra. Non c'è più spazio per l'ambiguità di Di Maio: o stare con Salvini, subendolo e trasformarsi in un suo servo politico o stare dalla parte degli italiani che vogliono guidare il processo europeo". Così Francesco Boccia, economista e deputato PD, oggi a Lecce per incontri elettorali.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI