NEWS

Marchionne ha trasformato FIAT in una vera multinazionale

24.07.2018

 (ANSA) - ROMA, 24 LUG - "Il giudizio più efficace su Sergio Marchionne è quello dato in questi giorni da John Elkann: Marchionne ha cambiato la mentalità del gruppo e, aggiungo io, ha trasformato una grande azienda italiana ed europea in una vera multinazionale che mette insieme industria, manifattura e finanza". Così Francesco Boccia, deputato Pd, a Omnibus su La7.

"Una svolta avvenuta in un momento difficile della storia di Fiat e l'Italia non era, forse, preparata a quel modello e a quella trasformazione - prosegue l'esponente della sinistra interna -. Tra il 2008 e il 2011 il Pd sia a guida Veltroni che a guida Bersani, pur andando controvento rispetto ad alcune posizioni nel mondo del lavoro, sostenne il percorso di evoluzione industriale senza trasformare il modello proposto da Marchionne in una sorta di ideologia che o sostieni o contrasti.

E penso che essendo lui uomo pragmatico e concreto avesse semplicemente a cuore la difesa dei suoi azionisti e dei prestatori d'opera".

"Non tutte le aziende possono trasformarsi in una multinazionale globale, per questo aver strumentalizzato la sua azione è stato sbagliato sia per il mondo del lavoro che per il mondo politico - conclude Boccia -. Fiat oggi è un'azienda completamente diversa e senza l'azione di Elkann e Marchionne sarebbe stata inevitabilmente acquistata da altri player globali, così come è accaduto in altri settori strategici in Italia".

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI