NEWS

PD coerente sui cambiamenti in Europa. Sì al FME e al ministro delle Finanze UE, no al Fiscal compact

07.02.2018

Forza Italia  nelle mani della Lega

“L’avevamo detto in Aula con la mozione Rosato del maggio 2017 e lo abbiamo confermato ora con un parere che non lascia spazio ad interpretazioni. Dopo cinque anni è arrivato il momento di esprimere il giudizio sull’eventuale recepimento nei Trattati del Fiscal Compact e la nostra risposta alla Commissione UE è no. La proposta, condivisa con la collega Berlinghieri della commissione Politiche UE, è stata votata all’unanimità e inviata in Europa”. Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio e relatore dei provvedimenti, al termine della seduta congiunta delle commissioni Bilancio e Politiche UE che hanno votato i documenti trasmessi dall’Unione Europea.

“Nello stesso tempo – continua  Boccia - il PD con spirito costruttivo e avendo sempre come obiettivo gli Stati Uniti d’Europa, ha proposto l’ok al ministro delle Finanze UE, a condizione che ci sia un vero bilancio e abbia la stessa dignità politica dell’alto rappresentante della politica estera. Anche sul FME l’ok del PD è accompagnato dalla necessità di collocare titoli anche sul mercato primario e non solo a banche e istituzioni finanziarie, al fine di potenziarne le possibilità di raccolta di capitale, adottando le necessarie precauzioni a tutela dei risparmiatori”.

“Appare sorprendente – conclude – la posizione di Forza Italia, trascinata sul no a tutto dalle posizioni della Lega”.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI