RASSEGNA STAMPA

Il Pd esulta per un leader conservatore che vuole un'Unione di destra. Trasecolo!

14.09.2017

Intervista pubblicata su Il Fatto Quotidiano

"Trasecolo". Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio alla Camera ed esponente della minoranza Pd (corrente Emiliano, già Enrico Letta), ce l'ha coi suoi colleghi di partito che glorificano il discorso sullo stato dell' Unione Jean Claude Juncker: "Ma come si fa? Juncker è il garante dello status quo, un leader conservatore messo a capo della Commissione Ue con un mandato preciso che non è certo quello di costruire l' Europa che è nel dna del centrosinistra italiano".

E quale sarebbe questo mandato? Mantenere in vita l' Europa degli Stati, così com'è, coi governi che fanno il bello e il cattivo tempo. Ovviamente in particolare uno.

Si riferisce, immaginiamo, al governo tedesco Certo. Juncker è il garante dell' Europa a trazione tedesca: quella in cui una squadra di serie A gioca in un torneo minore facendosi pure mantenere dalle squadre più piccole.

E invece ai suoi colleghi del Pd l' ex premier lussemburghese piace assai.
Per questo gli consiglio di andarci piano con l'entusiasmo: solo una classe politica senza visione può cadere in questo equivoco.

Qualcosa di giusto, però, l'avrà detto anche Juncker ieri all'Europarlamento.
Due cose e gli vanno riconosciute. La prima è che l'Italia nel Mediterraneo ha salvato l'onore dell'Europa. La seconda è che finalmente propone anche lui di abbandonare le decisioni all'unanimità sul tema del fisco: è in ritardo di anni, ma è significativo che lo dica il leader di un Paese che è uno dei centri dell' evasione fiscale in Europa.

Il resto, invece. Sul resto trovo bizzarri gli entusiasmi dei miei amici democratici. Juncker non vuole, come noi, gli Stati Uniti d' Europa. Più che un ministro dell' Economia europeo, che rischia di essere un altro centro di potere senza controllo politico, serve un vero bilancio comune e un Europarlamento che conti davvero. Juncker, invece, propone il Fondo monetario europeo: come i tedeschi, non a caso.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI