NEWS

Spero in una legge di Bilancio snella e con pochi articoli. Serve l’approccio del padre di famiglia

14.09.2017

“Quando ci si approccia al Bilancio dello Stato serve l’atteggiamento e la cura del buon padre di famiglia, in modo da gestire le risorse in maniera chiara e trasparente. Mi auguro che la prossima legge di Bilancio, ultima della legislatura, possa essere all’altezza della riforma del Bilancio approvata nel 2016. Dobbiamo puntare ad una legge di Bilancio snella, con pochi articoli, e con solo misure macroeconomiche, se poi è necessario intervenire con misure più specifiche meglio pensare ad un decreto legge di accompagnamento.


Viceversa, se dovesse essere necessario utilizzare risorse aggiuntive, venute fuori per i migliori risultati del 2017, rivenienti anche dalla rottamazione per finanziare emergenze nell'anno come le missioni internazionali, sarebbe meglio ipotizzare anche un emendamento in sede  di assestamento del Bilancio”. Così Francesco Boccia, presente della commissione bilancio della Camera, ai microfoni di Radio Radicale.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI