NEWS

La decontribuzione sul lavoro deve essere la priorità, in manovra bisogna osare

04.08.2017

“Se la decontribuzione sul lavoro è la priorità, e dal dibattito in corso in vista della prossima legge di Bilancio pare che lo sia, allora bisogna osare, facendola diventare una misura strutturale, aperta a tutti e che duri per sempre. Era il primo punto nel congresso PD della mozione Emiliano e  a maggior ragione lo ribadiamo ora; da questo punto di vista il Pd sul lavoro ha fatto tutto quello che era possibile.

Nel 2015 la riduzione di 8.100 euro l'anno a lavoratore ha funzionato perché ha consentito alle aziende di assumere, ma per intercettare la crescita dobbiamo permettere a quelle stesse aziende di fare programmazione e completare i percorsi di investimento.

Mettiamo sulla decontribuzione sul lavoro tutte le risorse necessarie e non sto parlando di 1mld o poco più, servono almeno 4,5-5 mld per estenderla a tutti, non fissando limiti di età o riducendosi a interventi limitati nel tempo”. Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, in diretta a Sky TG24 Economia.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI