SPORT

Farneticanti le parole sulla Juve

07.03.2017

"Nessuno si permetta di accostare la Juventus, simbolo del sport italiano, società quotata e conosciuta in tutto il mondo, ad organizzazioni criminali. Sarebbe opportuno che qualche collega della commissione Antimafia, anziché fare dichiarazioni allucinanti nonostante non vi sia alcun atto della Procura di Torino, si occupasse dei problemi seri che ha il nostro Paese.

La vicenda sta assumendo contorni paradossali. Tutti coloro che hanno responsabilità in questa vicenda dovrebbero essere più cauti e rispettare innanzitutto il lavoro della magistratura torinese". Così, Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, sulle parole che definisce ‘farneticanti’ del deputato Di Lello.

"Anche dalle parole del procuratore Pecoraro appare evidente che non abbia ancora letto le memorie difensive della Juve. Dibattere questi aspetti andando ben oltre le competenze della magistratura ordinaria e sportiva lo trovo profondamente grave e sbagliato".

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO



COMMENTA CON FACEBOOK

LEGGI ALTRI ARTICOLI